scuola

Abbiamo bisogno di scuole buone e non della “Buona Scuola”

Ho sentito che non volete imparare niente. Deduco: siete milionari. Il vostro futuro è assicurato – esso è Davanti a voi in piena luce. I vostri genitori Hanno fatto sì che i vostri piedi Non urtino nessuna pietra. Allora non devi Imparare niente. Così come sei Puoi rimanere. E se, nonostante ciò, ci sono delle…

Incongruenze democratiche

DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA? NO GRAZIE… NON MI CANDIDO PIU’; O MEGLIO: NON MI POSSO CANDIDARE AL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE Il diverso grado di dipendenza e rappresentatività delle varie realtà costituzionalmente autonome, quelle che tanto l’attuale governo vorrebbe fortemente limitare se non eliminare, ha un non so che di strano, quasi perverso, in ogni caso…

Le intelligenze dimenticate



 È triste constatare ancora una volta che la classe politica attuale consideri i sardi emigrati (studenti e non) come un corpo estraneo e non come parte attiva della società sarda. Anche alle prossime elezioni regionali, infatti, di fatto verrà negato loro il diritto di voto. 
La RAS opera un’irragionevole discriminazione fra chi risiede ancora…

Tagli all’univerità: la risposta di Marina Spinetti

Marina Spinetti ha 50 anni, cittadina della bellissima isola de La Maddalena. Laureata in lettere classiche, insegna latino e greco al liceo classico dal 1987. Si occupa da molti anni di politiche della scuola, attraverso progettazioni contro la dispersione. Ideatrice e coordinatrice per conto dell’USR del progetto ForMare, di alternanza scuola lavoro, che ha visto coinvolti…

La scuola sarda, un luogo di crescita

La scuola sarda riflette il malessere delle nostre comunità: le famiglie, gli studenti, gli operatori e gli insegnanti vivono con disagio e difficoltà il tempo che devono dedicarvi. Spesso questa istituzione viene considerata come un luogo in cui scaricare responsabilità che dovrebbero essere di competenza delle figure che operano nel territorio: l’educazione ambientale, alla salute,…